triora

si cammina

…sentieri sottili della vita.

Con una totale immersione nel verde lussureggiante della sua valle, il borgo medievale di Triora impersona lo scenario ideale per svolgere escursioni in libertà nelle Alpi Liguri.Passeggiare nei boschi intorno a Triora non offre solo riflessioni sull’ambiente e sulla natura, ma ci mette in contatto con il fascino e la scoperta di villaggi e di antiche tradizioni che dimorano ancora nella memoria dei vivi.

Va detto inoltre che il comprensorio d Triora che in virtù dei suoi particolari pregi storico naturalistici dal 2007 appartiene al Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri.Attrezzati di zaino e scarponi sarà quindi possibile svolgere itinerari di rara bellezza imbattendosi in pareti rocciose rimaste intatte da secoli, camminando a fianco di vestigia millenarie ammaliati da paesaggi mozzafiato.Percorrendo i sentieri si resta meravigliati dalle innumerevoli specie botaniche e dai pregevoli endemismi che popolano le aree prative intorno alle montagne tra questi si ricordi il giglio pomponio, la meleagride di Moggridge, l’orchidea sambucina e la genziana linguistica.Aguzzando bene la vista e stando attenti a tutto ciò che si muove attorno a noi non sarà poi difficile effettuare incontri ravvicinati con alcuni tra i rappresentanti più significativi della fauna alpina come l’aquila, il camoscio o la marmotta, oltre all’opportunità di avvistare rapaci migratori(biancone, grifone e albanella) e specie nidificanti come la coturnice o il fagiano di monte(gallo forcello).

Giunti finalmente ai piedi delle cime granitiche dei monti liguri accarezzati dalle bianche chiome delle nuvole, si può avvertire e scrutare il respiro del mare che si leva a qualche chilometro di distanza e assaporare in totale libertà il radioso panorama che si apre ai nostri occhi.In questo contesto nei vari periodi dell’anno, il territorio di Triora e della Valle Argentina offre all’appassionato di Trekking un ricco ventaglio di proposte escursionistiche. Si passa così dalla fioritura dei rododendri ai piedi del Monte Saccarello (cima più alta della Liguria) all’incontro con i larici secolari della Foresta Demaniale del Gerbonte, sentieri panoramici di mezza cresta come quello che mette in comunicazione il Passo della Guardia col Passo della Mezzaluna.Altri itinerari meno impegnativi permettono inoltre di scoprire angoli suggestivi e ricchi di mistero come il Ponte Mauta, il Lagu mDegnu, o La Chiesa di San Bernardino con il suo pregevole ciclo di affreschi, d’incontrare piccoli borghi d’alpeggio (Goina-Borniga) oppure di visitare villaggi di pietra legati all’ estrazione dell’ ardesia(Realdo-Verdeggia)che non a caso è considerata l’oro nero della Valle Argentina.Questo tuffo nella natura selvaggia dell’Alta Valle Argentina dona linfa nuova al cuore e all’anima, non è un semplice camminare in mezzo al verde bensì un trekking che propone l’occasione di diventare camminatore coscienziosi lungo i sentieri sottili della vita.

Categories

Client

DIEGO ROSSI alias Jack in The Green

Jack in The Green

Guida Turistica Ambientale Escursionistica.

e mail:rosenkratz@libero.it