si arrampica

MARCO PUKLI

Che mondo lasceremo ai nostri figli?
Tra tutte le domande che mi frullano nella testa, forse questa è quella più importante,

Che mondo lasceremo ai nostri figli? Avranno anche loro un’aria pura da respirare, l’idea di libertà, un suolo sul quale vivere senza sprofondare nel nulla?

“Spesso mi chiedo se ho speso bene la mia vita”. Così si interrogava Giorgio Bocca, con la sua peculiare e sottile arte di raccontare del mondo così com’è e del mondo come potrebbe essere.

Sono pagine intense, che ogni tanto bisognerebbe andare a rileggersi

Io, ormai, dopo cinquant’anni di scalate spalmate sul muso, sono un po’ più tranquillo di un tempo e mi son messo a fare foto. Foto di rocce e di paesaggi, di cose e luoghi che l’uomo non è ancora arrivato a rovinare, ambienti integri e naturali in cui un futuro sano e sereno è ancora possibile.

Immagini di una Terra, della mia terra, ancora vivibile.

Arrampicare a Triora

Tra le attività all’aria aperta che si praticano in Alta Valle Argentina, l’arrampicata sportiva su roccia riveste un’importanza particolare. Le pareti della zona di Loreto, della Rocca di Corte, di Borniga, del Monte Pietravecchia, ospitano ogni fine settimana molti appassionati, attratti sia dall’interesse delle vie d’arrampicata esistenti che dall’ambiente naturale d’eccezione. La Valle Argentina si trova al centro di una vasta zona particolarmente favorevole alla pratica dell’arrampicata sportiva su roccia, dal punto di vista dell’arrampicata su roccia certamente la più importante del mondo; dal Finalese, principale centro d’arrampicata Europeo, con oltre 2.000 itinerari tracciati, all’entroterra di Loano (Toirano) e Albenga (Val Pennavaire), fino a tutto il Sud Ovest della Francia, sono centinaia e centinaia le “palestre di roccia” che vengono frequentate da sportivi di ogni nazionalità.

Triora – Le Rocce di Loreto.

Le Rocce di Loreto, classicissimo sito dell’alta Valle Argentina, sono costituite da una serie di piccole falesie poste in una suggestiva gola calcarea, sul fondo del quale scorre il torrente Argentina.Ambiente assai ameno e tranquillo, ben esposto al sole.L’arrampicata si svolge su belle placche di calcare grigio, su vie sempre perfettamente attrezzate. Il livello difficoltà non è mai altissimo: ben rappresentati sono i gradi dal 4+ al 6b.

Chiodatura: Settori completamente riattrezzati dal sottoscritto.

In Valle Argentina, nelle falesie di Loreto e Borniga, ho chiodato, tra vie nuove (oltre 40 tiri) e vie riattrezzate (oltre 70), più di 100 tiri.

Materiale: ancoraggi INOX + fissanti chimici.

Per informazioni tecniche

http://www.pukli.it/EXTRA/4.htm

 

LA VIA DELLE STREGHE AL PARETONE DI LORETO

Via di G. Carbone & C.

Richiodata da Marco Pukli e Roberto Scialli (ALA Sanremo), nell’estate del 2001.

Materiale: Tutto INOX / CHIMICI. Catene alle soste.

Via impegnativa, da non sottovalutare. Ambiente severo. Obbligatorio intorno al 6c.

Consigliata in piena estate: il settore è quasi sempre fresco e ventilato.

Bagno da favola nel torrente Argentina a fine giornata!

 

Categories

Client

Marco Pukli

Arrampicatore esperto e fotografo